III anno

Attraverso l’emozione, oltre l’emozione

 

Nel terzo anno lo staff dell’Istituto seleziona realtà terapeutiche di cui l’allievo può già farsi carico supervisionato dal didatta. La supervisione diretta è la metodica elettiva del modello sistemico, comprende l’apprendimento e l’elaborazione di specifiche strategie, l’analisi nella pre e post seduta delle aree emotive dell’allievo e dei suoi movimenti controtransferali. L’intervento del supervisore è coadiuvato dall’impegno dell’intero gruppo di appartenenza dell’allievo. L’approfondimento delle tematiche cliniche consente di esplorare ulteriormente il funzionamento del sé del terapeuta ed i cambiamenti che ne conseguono. Particolare attenzione viene posta dal didatta alle risonanze emotive dell’allievo, il quale a partire dalla relazione terapeutica con il paziente ha la possibilità di conoscere aspetti del proprio sé e imparare a farne un utilizzo efficace finalizzato all’individuazione della migliore strategia terapeutica utile al paziente.
L’allievo sperimenta la possibilità di riconoscere ed accettare i propri limiti nella conduzione dei primi processi terapeutici, e contemporaneamente, di apprezzare le proprie capacità cliniche già acquisite.

Gli obiettivi

  • Una verifica nell’immediato dell’impegno di tre anni, la prima volta da soli nella stanza di terapia. È certamente un’esperienza che non si cancella facilmente nella memoria. L’emozione del singolo diventa l’emozione collettiva dell’intero gruppo in formazione.
  • L’allievo sperimenta la possibilità di riconoscere ed accettare i propri limiti nella conduzione di un processo terapeutico. Ciò è importante tanto quanto il riconoscere con consapevolezza le capacità cliniche già in essere.


La metodologia

  • Supervisione diretta: il didatta con il gruppo di formazione osservano attraverso lo specchio unidirezionale, che consente di sostenere e guidare il lavoro dell’allievo che conduce la seduta terapeutica.
  • Supervisione indiretta consiste nella discussione ed analisi di uno o più casi clinici: il lavoro del trainer con il gruppo in formazione permetterà all’allievo di elaborare i propri vissuti emozionali e di riflettere sulle strategie terapeutiche utilizzate


Materie teoriche III anno

All’apprendimento di una prassi attraverso il lavoro del training di base si affianca uno studio di materie teoriche secondo al normativa ministeriale:

Generali

  • Teorie e Modelli Psicoterapeutici: Approccio Freudiano
  • Approccio Gestaltico
  • Approccio Cognitivo – Comportamentale
  • Psicoterapia delle Patologie Infantili ed Adolescenziali


Specifiche

  • Psicoterapia delle dipendenze
  • Psicoterapia delle psicosi
  • Storia ed evoluzione dei Modelli in Terapia Familiare II
  • Seminari teorici

© 2017 - I.Te.R. Istituto di Terapia Relazionale Caserta | Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi